• Generazione Covid19. L’artista Lidia Bachis racconta il suo presente e anticipa il suo “Futura”

    di Lidia Bachis

    Il tempo si è fermato. Silenzio. Improvvisamente, inaspettatamente. Erano giorni che seguivo con sempre maggiore interesse l’evolversi della situazione a Wuhan, da amante appassionata di letteratura e film distopici, il virus rappresenta la tempesta perfetta.

    Commenti disabilitati su Generazione Covid19. L’artista Lidia Bachis racconta il suo presente e anticipa il suo “Futura”
  • Ripartiamo dai bambini. Un nuovo bellissimo inizio

    di Manuela Tribuzi 

    Sono ormai quasi due mesi che si sta a casa, lontani dagli affetti, dalle proprie abitudini. Sono davvero tanti i pensieri che mi sono passati per la testa dall’inizio di questa esperienza. “E adesso, cosa dico ai bambini? Come glielo spiego che non si può più andare a scuola e giocare con i compagni? Che c’è un virus pericoloso dal quale bisogna difendersi stando a casa?”.

    Commenti disabilitati su Ripartiamo dai bambini. Un nuovo bellissimo inizio
  • E venne il giorno…

    di Anna Rita Pozzi

    Chi avrebbe mai pensato che avremmo avuto paura gli uni degli altri. Chi avrebbe mai pensato di aver paura di chi è entrato nella nostra vita da tanto tempo o da poco, oppure potesse ipoteticamente entrare.

    Commenti disabilitati su E venne il giorno…
  • Rivediamo le nostre priorità. La mia quarantena, tra affetti, matite e pennelli

    di Manila Olimpieri

    Dalle pagine del mio diario che racchiude 20 anni della mia vita

    La scrittura non è mai stata la forma di espressione che mi è più congeniale. Matite e pennelli sono di gran lunga gli strumenti con cui riesco a trasmettere i miei stati d’animo, a ritrovare me stessa e la mia serenità.

    Commenti disabilitati su Rivediamo le nostre priorità. La mia quarantena, tra affetti, matite e pennelli
  • Trenta più trenta. E la quarantena diventa sessantena

    di Stefano Mecorio

    Che in fin dei conti a me l’idea di vivere in trenta metri m’è sempre piaciuta parecchio. Che poi sarebbero quasi quaranta. D’accordo. Ma trenta è cifra decisamente più tonda. Mira dritta all’essenziale. Rende meglio l’idea. In più suona anche bene. Trenta. Che uno lo pronuncia e già si sente appagato.

    Commenti disabilitati su Trenta più trenta. E la quarantena diventa sessantena
  • Il bagno al mare, il disastrato ordine dei giornalisti e l’Italia salvata dagli italiani. Riflessioni in tempi di pandemia

    di Nicola Savino

    Voglio andare al mare. Sì, quando tutto sarà finito (perché prima o poi finirà tutto questo) la prima cosa che farò sarà andare al mare. E se il clima lo permetterà fare il bagno e prendere il sole e poi starmene sulla sdraio a leggere il giornale.

    Commenti disabilitati su Il bagno al mare, il disastrato ordine dei giornalisti e l’Italia salvata dagli italiani. Riflessioni in tempi di pandemia
  • Cronaca di giorni a velocità decrescenti

    di Gioia Maria Scipio

    Era la fine di febbraio e vedevamo ormai con orgoglio e impazienza le ultime tre settimane di duro allenamento prima della tanto attesa Maratona di Roma del 29 marzo.

    Commenti disabilitati su Cronaca di giorni a velocità decrescenti