• B&B, la coppia che tinge d’azzurro il Giro delle Fiandre

    Lasciate perdere il calcio: la doppietta più bella dell’ultima settimana di sport è stata quella di B&B: Bettiol – Bastianelli. Il Giro delle Fiandre, la prima delle “Classiche del nord”, una delle corse di un giorno più importanti al mondo, si tinge d’azzurro. E lo ha fatto per due volte nel giro di poche ore. Prima la volata vincente di Marta Bastianelli, 31 anni, poi lo scatto a 18 km dal traguardo di Alberto Bettiol, 25 anni, che ha inchiodato sui pedali i suoi avversari.

  • L’attesa è finita: Gomorra sta turnann

    Sta tornando. Ancora qualche giorno di pazienza e poi eccola qua di nuovo. Mettetevi in poltrona, magari fate anche qualche ripasso delle puntate precedenti (con le varie opzioni on demand non è complesso) e poi sarà ancora Gomorra, la serie arrivata alla quarta stagione che debutta su Sky Atlantic venerdì 29 marzo.

  • Milan, Inter e il nuovo stadio: si spengono le luci a San Siro

    Le luci a San Siro si stanno per spegnere. È tutto vero: per i romantici un colpo al cuore, una mazzata difficile da digerire. La Scala del calcio sarà demolita: Milan e Inter hanno già deciso. Ben presto nell’attuale area dei parcheggi sorgerà un nuovo stadio: un impianto da 60mila posti, un progetto che costerà 600 milioni di euro divisi in parti uguali tra rossoneroazzurri. Il Milan è pienamente convito della scelta, l’Inter scioglierà a breve le riserve, anche perché nei giorni scorsi una delegazione dei rispettivi vertici societari insieme agli ad Gazidis e Antonello è stata negli Stati Uniti accompagnata dai consulenti per la copertura finanziaria dell’operazione di Goldman Sachs.

  • Il Var? È soprattutto una questione culturale

    Doveva essere lo strumento per evitare le polemiche, per ristabilire la verità del campo: la tecnologia che per la prima volta entra nel mondo del calcio e diventa il mezzo utile per dirimere qualsiasi controversia. Si chiama VAR (Video Assistant Referee), toglie un po’ di romanticismo (“Il gol de Turone era bbbono…”), ma in compenso si pone l’obiettivo di mettere tutti d’accordo. Del resto se nel tennis esiste il “falco”, se nella pallavolo esiste il Video Check e nel basket l’istant repaly, anche il calcio si è adeguato: siamo nel tremila (come disse Checco Zalone) ed è inconcepibile che lo sport più amato in Italia non si fosse ancora dotato del supporto tecnologico. Eppure a un anno e mezzo dalla sua introduzione, il Var fa discutere.

  • Icardi e Wanda Nara, chi troppo vuole nulla stringe

    Davvero difficile capire come andrà a finire tra Mauro Icardi e l’Inter. Il gesto della società di sfilare la fascia di capitano dal braccio di Maurito e di metterla su quello di Handanovic è una bomba esplosa nel mondo Inter. Non solo: se alla scelta clamorosa si aggiunge il rifiuto di Icardi di seguire la squadra a Vienna per l’impegno di Europa League il quadro è completo.

  • Federer – Tsitsipas, uno storico passaggio di consegne

    Metti una domenica mattina sdraiato sul divano con il telecomando pronto come una pistola fumante e gli occhi ancora mezzi chiusi. Metti che stai facendo zapping e ti colpisce una partita di tennis: ottavi di finale dell’Australian Open. È il primo Slam della stagione e potrebbe anche essere uno di quei match noiosi che al secondo scambio già ti ritrovi tra le braccia di Morfeo.

  • Aiutiamo Marco Borriello a realizzare il suo sogno

    Beato lui. E chi non vorrebbe fare la sua vita tra uno spritz, una cena con gli amici e un allenamento che ogni tanto fa anche bene al corpo e pure alla mente. Aspettando il concerto di Pablo Daniel Osvaldo (gli albergatori romani festeggiano il tutto esaurito e pure la banda dell’Arenone sta affilando le armi), un altro bello e splendente del mondo del calcio torna a parlare dall’esilio dorato di Ibiza.

  • Calciomercato, ritorna la fiera dei desideri

    Anno nuovo, vecchie abitudini. Mancano poche ore, poi riprende il calciomercato: la fiera dei sogni – o delle vanità – a seconda delle esigenze e dei punti di vista. Il mondo del calcio si trasferisce (quasi) in blocco nelle sale riservate degli hotel per aprire, portare avanti, concludere, far saltare qualsiasi trattativa. Infatti con l’arrivo di gennaio, prende il via la sessione invernale del calciomercato.