• Ciao Ostelvio

    di Cristina Pallotta

    Che poi, quel pomeriggio di fine marzo, in quell’aula, a un certo punto sembrava davvero Natale. L’atmosfera raccolta, l’attenzione di tutti concentrata sulle tue poesie. Sui tuoi racconti in versi. Situazioni di tanti anni fa.

  • Quando tutto sarà finito

    Quando tutto sarà finito. Un pensiero ricorrente. Per sopravvivere. Andrà tutto bene. Un messaggio di speranza. Di grandi e bambini. Scritto ovunque. Sulle vetrine dei negozi, sui portoni, sui terrazzi. Persino sul cuore.

  • Arrivederci Babbo Natale!

    Babbo Natale e la befana esistono davvero. O almeno ci si organizza in casa e mentalmente come se arrivassero davvero. Succede così da tre anni a questa parte. E a forza di dirlo a tua figlia, un pochino ci credi anche tu. Torni a crederci anche tu a quella magia che solo il Natale ti sa regalare.

  • Il Natale de ‘na volta. I ricordi di Cristina Pallotta

    E adesso tocca a noi animatori di questo blog ricordare il Natale de ‘na volta. A noi de L’Arenone. Oggi è la volta della nostra Cristina Pallotta, che ci racconta il suo Natale di tanti anni fa, tra regali, attesa di Babbo Natale e le canzoni del coro dell’Antoniano.

    Commenti disabilitati su Il Natale de ‘na volta. I ricordi di Cristina Pallotta
  • Il Natale de ‘na volta. I ricordi di Irene Selbmann

    Oggi è Irene Selbmann a raccontarci il suo Natale de ‘na volta. Viterbese, insegnante di inglese in un istituto scolastico superiore di Roma. Amante dei cani (e questo è decisamente un punto in più a suo favore). Irene ci racconta della festa e soprattutto dei regali. Ci racconta dei suoi giocattoli magici. Che magari fossero stati magici davvero. 

    Commenti disabilitati su Il Natale de ‘na volta. I ricordi di Irene Selbmann
  • Il Natale de ‘na volta. I ricordi di Irene Temperini

    È una piccola storia di presepi, dadi e terremoti quella proposta da Irene Temperini. Romana di origini, viterbese di adozione. Presidente dell’associazione Pro Loco Viterbo, con una mente a dir poco vulcanica, e un cuore che batte forte per la storia di quella che è diventata anche la “sua” Viterbo. E non a caso il suo ricordo si riallaccia al prezioso lavoro che sta portando avanti da circa quattro anni con e per la basilica santuario Santa Maria della Quercia. Buona lettura!

    Commenti disabilitati su Il Natale de ‘na volta. I ricordi di Irene Temperini
  • Ciao Contaldo. Salutaci Rosa e gli angeli blu

    “È cascata giù la Macchina di Santa Rosa??? Ah!!!” Le sento ancora rimbombare nella mia testa quelle parole di mio padre al telefono, nel primo pomeriggio di un giorno di fine agosto di dodici anni fa. Era al telefono con mia sorella.

    Commenti disabilitati su Ciao Contaldo. Salutaci Rosa e gli angeli blu