Il Natale che sarà. I pensieri di Giovanna, la mamma dell’Arenone

I suoi pensieri sono di speranza. Giovanna Bruno è la mamma de L’Arenone, quindi è un po’ la mamma acquisita di tutti noi. Ci racconta il suo Natale da over 70, il Natale prudente di chi sa quanto sia importante salvaguardare la salute, il bene più prezioso da ricevere in dono per le feste. Insieme a qualche consiglio utile da una mamma saggia.

Appena ho visto che L’Arenone era resuscitato e che sotto Natale avrebbe raccolto ricordi, riflessioni, emozioni, il mio cuore ha cominciato a battere all’impazzata. Io sono la mamma di Arenone, sì la mamma di Andrea Arena che gli amici hanno voluto ricordare per sempre con questo blog.

E le mie per questo Natale saranno solo parole di speranza.

Il Covid 19 si è preso l’attenzione che normalmente in questo periodo dovrebbe essere dedicata ad un fatto molto più importante: la nascita di Gesù.

Non soffrite per le restrizioni. Non vale la pena. Usate il cervello. Godetevi quello che avete. Sono sicura che è tanto, tantissimo. Contattate con una videochiamata affettuosa e calda chi non è possibile incontrare.

Mantenete vivo il ricordo di chi non c’è più, ma con quella serenità che viene dalla fede.

Sono una ultrasettantenne e sono viva. Molto reclusa in casa per prudenza mi dedico ai miei tanti interessi e non mi annoio mai. Ho fatto il presepe che mi hanno mandato dall’America gli amici che anni fa ospitarono Andrea e che hanno sempre un pensiero per lui. Ho anche un albero di Natale molto speciale.

Certo essersi auto privati della libertà di uscire può essere duro, ma io ho sposato la linea della prudenza, che consiglio a tutti.

Buon Natale, abbiate speranza!

Giovanna Bruno

0Shares
Commenti disabilitati su Il Natale che sarà. I pensieri di Giovanna, la mamma dell’Arenone