• Trenta più trenta. E la quarantena diventa sessantena

    di Stefano Mecorio

    Che in fin dei conti a me l’idea di vivere in trenta metri m’è sempre piaciuta parecchio. Che poi sarebbero quasi quaranta. D’accordo. Ma trenta è cifra decisamente più tonda. Mira dritta all’essenziale. Rende meglio l’idea. In più suona anche bene. Trenta. Che uno lo pronuncia e già si sente appagato.

    Commenti disabilitati su Trenta più trenta. E la quarantena diventa sessantena
  • Il bagno al mare, il disastrato ordine dei giornalisti e l’Italia salvata dagli italiani. Riflessioni in tempi di pandemia

    di Nicola Savino

    Voglio andare al mare. Sì, quando tutto sarà finito (perché prima o poi finirà tutto questo) la prima cosa che farò sarà andare al mare. E se il clima lo permetterà fare il bagno e prendere il sole e poi starmene sulla sdraio a leggere il giornale.

    Commenti disabilitati su Il bagno al mare, il disastrato ordine dei giornalisti e l’Italia salvata dagli italiani. Riflessioni in tempi di pandemia
  • Cronaca di giorni a velocità decrescenti

    di Gioia Maria Scipio

    Era la fine di febbraio e vedevamo ormai con orgoglio e impazienza le ultime tre settimane di duro allenamento prima della tanto attesa Maratona di Roma del 29 marzo.

    Commenti disabilitati su Cronaca di giorni a velocità decrescenti
  • Qui e ora. Pensando al futuro che ci aspetta

    di Silvia Nottola

    Io sono una donna esattamente come tante, che al giorno d’oggi cerca di conciliare al meglio figli, lavoro, casa, parenti, vita sociale e quant’altro. Pur essendo una programmatrice compulsiva di futuro, poiché difficilmente lascio qualcosa della mia giornata al caso,  in questi giorni di quarantena (dei quali ho perso il conto) ho dovuto imparare a concentrarmi sul QUI e ORA e vi assicuro non è stato affatto semplice.

    Commenti disabilitati su Qui e ora. Pensando al futuro che ci aspetta
  • È ora di mettere ordine. La quarantena, tra affetti, foto e ricordi

    di Maria Cristina Tamagnini

    A pochi giorni dalla morte del grande scrittore cileno Luis Sepúlveda, mi scontro con una delle sue tante frasi così significative: “Sull’orlo del baratro ha capito la cosa più importante” miagolò Zorba. “Ah sì? E cosa ha capito?” chiese l’umano. “Che vola solo chi osa farlo” miagolò Zorba!

    Commenti disabilitati su È ora di mettere ordine. La quarantena, tra affetti, foto e ricordi
  • Sigarette, giornali e mascherina. Verso un sordo ritorno alla normalità

    di Simone Canettieri 

    Mascherina. Ray ban neri. Sopra i ricci. Che buffo. E poi almeno tre pacchetti di sigarette, ficcati dentro a una busta blu della spesa: sopra le birre. In un’altra sporta, i giornali, le riviste, la raccolta dei racconti di Gianni Mura. E così tutti i giorni. Tutti uguali. “Tutti abbastanza di merda”.

    Commenti disabilitati su Sigarette, giornali e mascherina. Verso un sordo ritorno alla normalità
  • La quarantena con il pancione

    di Serena Onofri

    Mi chiamo Serena, sono in quarantena come tutti (o quasi!) in questo momento e sono in dolce attesa. Io e il mio compagno aspettiamo due bambine ed è stato proprio all’inizio di queste giornate di reclusione che abbiamo ricevuto la bellissima notizia che fossero due femminucce.

    Commenti disabilitati su La quarantena con il pancione