Recensioni a “pizza e fiki”

…dalla libreria della signora Giovanna

Quattro donne, giovanissime, nate nel 1900, sono le principali protagoniste di questo che è il primo libro di una saga di tre. Fino ad ora ne sono usciti due, in Italia, uno nell’ottobre 2018 e uno nell’aprile 2019. Viene chiamata ‘Trilogia del secolo’ e, soprattutto in Germania, dove sta avendo molto successo, si attende il terzo e ultimo volume.
Si tratta di ‘Figlie di una nuova era’ di Carmen Korn e ‘E’ tempo di ricominciare’.
Nel primo libro si intrecciano molte storie e molti personaggi e la curiosità, il piacere, l’interesse, spingono ad andare oltre senza sosta per saperne di più.
Si parte nel 1919 a Primo conflitto mondiale terminato da poco. In Germania, ad Amburgo vivono quattro ragazze: Henny, Kathe, Lina, Ida. Solo le prime due si conoscono sin dall’inizio del racconto; sono vicine di casa e sono neo ostetriche in cerca di lavoro presso una nota clinica della città.
Le restanti due ragazze vengono descritte nella loro vita fin da prima dell’inconto con le altre. Ida appartiene ad una famiglia economicamente agiata, non svolge nessun lavoro, è viziatella, inizialmente. Lina è una insegnante.
Oltre alle storie delle quattro giovani donne, si raccontano anche i rapporti di amicizia leale e profonda che si istaura con altri personaggi, il mondo del lavoro negli anni in cui vivono. La Korn è una profonda conoscitrice della storia tedesca e le vicende sono strettamente legate ad essa: l’ascesa del nazismo, gli anni del regime e la Seconda guerra mondiale: con tutte le conseguenze.
Riconosco a questa scrittrice grande abilità narrativa per la capacità di ordire una trama dove c’è posto per personaggi minori di spessore come per i maggiori.
Intorno alle quattro ragazze ci sono le loro famiglie e gli amici con i quali condividono gioie e dolori.
La guerra mette a dura prova tutti i personaggi in un modo o nell’altro. E tra colpi di scena vari si arriva alla fine di ‘Figlie di una nuova era’.
Il secondo volume ‘E’ tempo di ricominciare’ prosegue il racconto delle vicende dei personaggi che sono in qualche caso invecchiati, in qualche caso cresciuti…
Le ferite della guerra sono dure a rimarginarsi.
La Korn rivela grande interesse per musica, cinema, teatro e letteratura, tedesche, anglosassoni, americane, francesi, perciò i riferimenti a quanti negli anni del romanzo veniva prodotto è frequentissimo. Segno di cultura certo, ma francamente spesso noioso perchè eccessivo.
Il riferimento alla toponomastica di Amburgo è un altro limite notevole.
Ma d’altra parte la scrittrice è di Amburgo.
Per la trama dico solo che è piacevole leggere questa lunga saga, si crea una famigliarità con i personaggi tutti umani, empatici, sensibili.
Gli anni passano e le quattro amiche crescono. Ometto le vicende, chi leggerà non si annoierà mai.

0Shares
Commenti disabilitati su Recensioni a “pizza e fiki”